Case Study

Wienerberger Romania: CargoON (Gruppo Trans.eu) è il partner ideale per ottimizzare i processi di trasporto

Author: Konrad Potocki
Case study Wienerberger Romania

Wienerberger è il più grande produttore di mattoni e piastrelle in ceramica in Europa. Presente in Romania dal 1998, ha quattro stabilimenti lì e 197 stabilimenti negli altri 30 paesi, che ne fanno il più grande produttore di blocchi di ceramica al mondo.

Con Iulian Mangalagiu, CEO di Wienerberger Romania, abbiamo parlato dell’integrazione di nuove tecnologie nel flusso operativo, della digitalizzazione dei processi relativi ai trasporti e dei vantaggi della cooperazione con la piattaforma CargoON.

Qual è la tua attività attuale sul mercato rumeno?

Wienerberger opera in Romania dal 1998 ed è uno dei maggiori produttori di materiali da costruzione in questo paese. Abbiamo un portafoglio diversificato, operiamo sul mercato locale con sei marchi: POROTHERM offre mattoni per muratura, piastrelle in ceramica TONDACH e KORAMIC, mattoni per facciate e interni TERCA, pietre per pavimentazione in ceramica PENTER e cubetti di cemento SEMMELROCK. Wienerberger ha sette stabilimenti di produzione, quattro dei quali producono mattoni e gli altri tre pietre per lastricati. Impieghiamo oltre 520 dipendenti e disponiamo di una rete di distribuzione nazionale. I nostri prodotti vengono esportati anche in Ungheria, Moldavia e Bulgaria.

Quest’anno ha portato molte sfide per le aziende di tutti i settori dell’economia. Qual è la situazione dal tuo punto di vista? Quali sono state le tue maggiori sfide in quel momento?

Nonostante la pandemia, quest’anno è iniziato bene per noi. Wienerberger ha chiuso il primo semestre in utile. Nel primo trimestre i risultati di vendita sono stati in linea con le attese, ma ad aprile abbiamo iniziato a sentire gli effetti della pandemia. A sua volta, a maggio il mercato ha iniziato a riprendere un trend rialzista. Secondo statistiche e rapporti INS, il mercato dei materiali da costruzione ha effettivamente mantenuto una tendenza al rialzo.

Tutti gli attori del mercato hanno dovuto adattarsi alla nuova realtà creando le condizioni per lavorare da casa o in un sistema ibrido. Le nostre fabbriche non hanno smesso di funzionare e questa è stata la sfida più grande per noi: mantenere la produzione in condizioni di maggiore probabilità di malattia. Abbiamo unito il lavoro da casa al lavoro in ufficio, che ci ha permesso di evitare casi di malattia e continuare a lavorare in regime normale, pur mantenendo le necessarie regole di sicurezza. I lavori sono proseguiti nei cantieri in quanto è più facile seguire queste regole in un ambiente all’aperto.

Qual è il vostro approccio alla digitalizzazione e all’automazione dei processi? Hai implementato nuove tecnologie nella tua azienda e come?

La digitalizzazione è la nostra priorità. Uno degli aspetti positivi di questo difficile anno di pandemia è stata l’accelerazione della digitalizzazione in tutto il mondo degli affari. Era molto più presente sia nella comunicazione quotidiana che nel modo in cui fluiscono le informazioni e nei processi operativi. Allo stesso tempo, abbiamo realizzato diversi progetti e uno dei più importanti è stata la digitalizzazione del processo di inserimento degli ordini. A tale scopo, abbiamo creato una piattaforma dedicata ai nostri partner, grazie alla quale abbiamo migliorato la velocità di trasferimento e la precisione delle informazioni. L’accelerazione del processo di digitalizzazione è di grande beneficio per la società nel suo complesso, poiché il miglioramento della comunicazione in termini di velocità e precisione consente il lavoro a distanza e la non interruzione dei processi di lavoro.

Perché hai deciso di collaborare con la piattaforma CargoON? A quali esigenze specifiche risponde?

La realizzazione di questo progetto è nata dalla necessità di digitalizzare i processi legati all’emissione degli ordini di trasporto in forma digitale e alla loro conferma da parte dei vettori. Trans.eu si è rivelata per noi un partner ideale nell’ottimizzazione di questi processi. Di conseguenza, risparmiamo tempo e aumentiamo la soddisfazione dei nostri dipendenti.

Com’è stata la collaborazione con CargoON?

Abbiamo iniziato l’implementazione alla fine del 2019. La configurazione è stata completata ad aprile di quest’anno e la piattaforma è stata lanciata a maggio. Nel frattempo, abbiamo deciso alcune modifiche. Grazie al pieno supporto del team Trans.eu, abbiamo implementato un pacchetto di impostazioni su misura per le nostre esigenze, che ha decisamente migliorato il nostro lavoro.

Quali aree e processi aziendali sono migliorati grazie alla cooperazione con la piattaforma CargoON, sia dal punto di vista finanziario che operativo?

Indubbiamente, la piattaforma è facile da usare, grazie alla quale la formazione dei nostri dipendenti si è svolta senza intoppi e senza problemi.

I miglioramenti sono visibili dal lato operativo, e i benefici dell’implementazione sono molteplici: facilità di archiviazione dei documenti digitali, accuratezza e velocità di comunicazione con i vettori, tracciabilità e visibilità delle informazioni, possibilità di tracciare l’ordine in tutte le sue fasi, ricezione l’ordine in formato digitale.

Ogni mese, Wienerberger Romania aggiunge molte offerte alla piattaforma. Stima che questo volume aumenterà?

Ci stiamo avvicinando alla fine della stagione, quindi naturalmente il volume delle vendite per i prossimi sei mesi diminuirà. Il prossimo anno è ancora incerto, perché tutto dipende dallo sviluppo della pandemia. Se avremo un altro blocco, influenzerà sicuramente le attività sia dei produttori che delle imprese commerciali e, ovviamente, degli sviluppatori nel mercato delle costruzioni – in questo caso, il mercato potrebbe contrarsi.

C’è un altro fattore che influisce sulle imprese: le elezioni, che comportano cambiamenti nell’amministrazione. Ci auguriamo che il livello degli investimenti in Romania non diminuisca e che i programmi esistenti, come Noua Casa, incoraggino le persone a contrarre prestiti per l’acquisto di appartamenti.

Come pensi che si svilupperà l’azienda nel prossimo periodo?

In caso di un altro lockdown, ci concentreremo sui prodotti dedicati ai progetti di interior design della gamma TERCA. Ognuno di noi può modificare l’aspetto delle stanze della casa: soggiorno, camera da letto, cucina, bagno o ingresso, creando condizioni di vita più confortevoli.

Offriamo anche un nuovo assortimento della gamma SEMMELROCK, ovvero diamo la possibilità di organizzare l’area intorno alla casa. Siamo fiduciosi che le persone continueranno a fare questo lavoro.

Allo stesso tempo, stiamo pensando ai costruttori ea questo scopo abbiamo sviluppato un nuovo prodotto che faciliterà il loro lavoro. POROTHERM Profi è un mattone levigato che consente l’utilizzo di un giunto sottile con uno spessore di solo 1 mm. Grazie a ciò, viene posato molto più velocemente, è più pulito, più efficiente e di alta qualità. Questo prodotto è unico sul mercato e realizzato in Romania.

Se dovessi riassumere gli ultimi mesi, quali conclusioni se ne possono trarre?

In tempi di incertezza, l’adattabilità aziendale è essenziale. Una delle azioni che abbiamo intrapreso è stata quella di diversificare ed espandere il nostro portafoglio offrendo nuove soluzioni di alta qualità per il design di interni ed esterni, esattamente quei segmenti di mercato che hanno funzionato in modo più efficiente durante la pandemia.